Pilates e tumore al seno

Pilates e tumore al seno: come allenarsi nel post-operatorio

Il tumore al seno è la neoplasia più frequente in assoluto per incidenza nella popolazione femminile: colpisce una donna ogni 8 nell’arco della vita. Si stima che nel 2018, in Italia, abbia colpito 52.800 donne e circa 500 uomini. Per confronto, nel 2015 le stime indicavano, rispettivamente, 48 mila e 300. (Fonte: “I numeri del cancro in Italia 2018” Aiom-Airtum)

Benchè i casi clinici siano in aumento, la buona notizia è che è aumentato anche il tasso di sopravvivenza. Inoltre, studi recenti dimostrano che un esercizio fisico adeguato va a beneficio del paziente per il resto della sua vita.

Il tumore al seno in Italia

 

In Italia, il cancro alla mammella è la seconda tipologia di tumore più frequentemente diagnosticata (la prima è il tumore del colon/retto), con 51.000 nuovi casi. Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente in tutte le fasce di età, sebbene con percentuali diverse (il 41% nelle donne giovani contro il 22% nelle donne molto anziane).  Le statistiche dimostrano che esiste anche un divario geografico: i tumori colpiscono maggiormente al Nord.

Come detto, la buona notizia è che il tasso di sopravvivenza continua a crescere: attualmente più di 3 milioni di persone vivono dopo una diagnosi di cancro, ossia il 24% in più rispetto al 2010.

 

Questi dati sono frutto del lavoro dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), dell’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM) e della Fondazione AIOM.

 

Che cos’è il cancro

 

 Il cancro non è una condizione a sé, ma è provocato da un complesso di difetti genetici che possono colpire o insorgere in qualsiasi organo o tessuto del nostro organismo. Scaturisce da un errore del normale processo di divisione cellulare: tale anomalia nella divisione cellulare è comune, ma normalmente non conduce automaticamente al cancro. Ne sono un esempio i tumori benigni. Le cellule cancerose sono diverse per via del rapporto “antisociale” con le cellule e i tessuti circostanti. Esse continueranno a dividersi, ignorando qualsiasi tentativo da parte delle cellule circostanti di disciplinarle. Tale comportamento antisociale porta allo sviluppo di tumori maligni. Nonostante la propria natura antisociale, sono in grado di “ingannare” l’organismo circostante, per garantire l’afflusso sanguigno e l’eliminazione dei rifiuti.

Spesso le cellule cancerose non si accontentano di causare danni a una sola parte dell’organismo, ma si spostano in altre zone in cui riproducono il proprio comportamento antisociale. Ciascun cancro possiede un proprio modello di comportamento antisociale e quest’ultimo si presenta diverso in individui affetti da tumori simili, pertanto una terapia efficace in un paziente potrebbe non essere tale in un altro. Ciò accade non soltanto perché la tipologia di cancro è determinata dall’organo o dal tessuto nel quale si sviluppa, ma anche da altri fattori, ad esempio le differenze chimiche dell’organismo dei pazienti o le diverse mutazioni replicate dalle cellule. 

 

Come prevenire il tumore al seno?

 

La prevenzione gioca un ruolo fondamentale nella lotta al tumore al seno.

Ma quali sono gli esami cui sottoporsi?

Secondo il Prof. Oreste Gentilini, primario dell’Unità Operativa di Chirurgia della Mammella all’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano sono essenzialmente 3, in base alla fascia di età. 

  • Tra i 30 e i 40 anni tutte le donne dovrebbero sottoporsi a una visita senologica, che consiste in un esame clinico completo del seno da parte di un senologo. Quest’ultimo raccoglie tutte le informazioni utili per formulare una diagnosi (familiarità per il tumore al seno, andamento del ciclo mestruale, uso di contraccettivi orali, ecc.), procede con l’osservazione e conclude la visita con la palpazione. In questa fascia d’età è anche consigliato sottoporsi a un’ecografia mammaria, indispensabile per esaminare il seno giovane. La visita senologica e l’ecografia mammaria andrebbero ripetute almeno una volta all’anno.
  • Dopo i 40 anni oltre a sottoporsi alla visita senologica e all’ecografia mammaria, le donne in questa fascia d’età dovrebbero associare questi esami anche alla mammografia, sempre una volta l’anno.

 

Curare un tumore al seno

Una volta diagnosticato un cancro al seno, il percorso di ogni paziente può essere differente.

Il cancro del seno non è un’unica malattia: ne esistono infatti diverse tipologie, che possono essere individuate (diagnosticate) in momenti diversi del proprio sviluppo (stadi). Tipologie simili di cancro del seno possono crescere, inoltre, a velocità diverse in pazienti diversi. Per questo motivo, anche le operazioni chirurgiche si differenziano in base alla grandezza del tumore, a quanto è invasivo, a dove si trova esattamente, etc… Lo stesso vale per le operazioni di ricostruzione.

 

L’esercizio fisico dopo un intervento di tumore al seno

 

L’esercizio post-riabilitativo è una parte importante del percorso che una paziente operata di cancro del seno dovrà intraprendere, per tornare a uno stile di vita simile o migliore rispetto a quello precedente la malattia. Più di 100 studi hanno dimostrato gli effetti dell’esercizio fisico sull’aspettativa e lo stile di vita delle pazienti con cancro del seno. In sostanza, tali studi dimostrano che un programma di allenamento adeguato aumenta l’aspettativa di vita, riduce il rischio di recidiva del cancro e rende il percorso del paziente più efficace e tollerabile.

Per questo motivo, per poter lavorare in modo corretto con persone che hanno subito interventi di questo tipo, chi lavora sul corpo (come fisioterapisti, osteopati ma anche trainer) dovrebbe apprendere ed aggiornarsi su come trattare clienti operate di cancro del seno. Comprendere il percorso del cliente e i progressi della diagnosi è l’unico modo per prendere decisioni sicure e informate, valutando in modo corretto ogni caso e proponendo una programmazione adeguata.

Corso Pilates per donne operate di tumore al seno

Corso Pilates Pink Program™

Formazione professionale nella post-riabilitazione per le donne operate di Cancro al Seno.
 
Scopri di più di più leggendo la scheda del corso…

 

Esercizi di Pilates per donne operate al seno

 

L’attività fisica può iniziare già circa 6 settimane dopo l’intervento salvo complicazioni o indicazioni diverse del medico curante.  In questa fase, è fondamentale rivolgersi a trainer qualificati, che abbiano le competenze per poter elaborare un programma di allenamento ottimale e adatto alla persona. Per questo, conoscere le possibili problematiche legate agli interventi di cancro al seno (ndr: incluso il problema del linfedema legato alla rimozione dei linfonodi) è quindi molto importante per chi insegna Pilates o Fitness.

Chi ha subito un intervento di mastectomia deve infatti sentirsi sicura nelle mani di un insegnante, ben informato, competente e che sia in grado di supportarla durante tutto il percorso di guarigione. Questo perché la post-riabilitazione può anche essere difficile da un punto di vista psicologico, e quindi serve un buon supporto. Va osservato che le endorfine, che si scaricano durante l’attività fisica, avranno già un effetto benefico sulla salute generale della cliente.

La varietà di esercizi che presenta il repertorio di Pilates permette di iniziare in modo leggero e sicuro, con un aumento graduale e personalizzato. Ricordandosi che, nella fase iniziale, la cliente deve riprendere il movimento dell’arto il prima possibile, in modo da non perdere raggio di movimento causato dal tessuto cicatriziale.  Utilizzando sia il lavoro a terra che il macchinario, dalla Cadillac al Reformer alla Stability Chair o i Barrels ogni persona può essere guidata e sperimentare una gamma di esercizi sempre diversi. Non si annoia mai e questo le permette di essere sempre motivata.

 


Pilates da casa: allenati con i nostri corsi online!

Tempi ridotti? Oggi puoi allenarti da casa con i nostri top trainer, acquistando i migliori DVD Pilates in Italiano direttamente sul nostro sito, oppure con il servizio di Pilates Anywhere che ti mette a disposizione tantissimi corsi a distanza, per allenarti come e quando vuoi.
   

Entra nel mondo di Pilates Italia

Entra nel mondo di PILATES ITALIA e scopri i migliori allenamenti e i migliori attrezzi.

Se hai dubbi, domande o vuoi un parere professionale, contattaci subito! Chiamaci al numero +39 02 89451369, scrivici a info@pilatesitalia.com oppure compila il nostro form.
Nome e Cognome (richiesto)
Email (richiesta)
Telefono
Oggetto
Messaggio

Chiedo di essere contattato e acconsento al trattamento dei miei dati *

Print Friendly, PDF & Email