Pilates con i macchinari o a corpo libero

Pilates con i macchinari o a corpo libero

Pilates con i macchinari o a corpo libero

Tra gli esperti di Pilates pare non placarsi l’eterna diatriba che vede lo schieramento tra chi preferisce praticarlo a corpo libero e chi con l’ausilio di macchinari. Chi ha ragione? In realtà tutti. L’ideale, infatti, sarebbe affrontare un percorso di formazione e crescita che comprenda entrambe le metodiche di allenamento, ben calibrate e interagenti tra loro.

 

Il Pilates con i macchinari: i vantaggi

Si possono eseguire molti esercizi di Pilates su diversi macchinari. Le macchine più utilizzate sono la Chair, il Reformer e la Cadillac.

Praticare Pilates con l’aiuto di questi macchinari può essere fondamentale per migliorare la padronanza del proprio corpo. Questi macchinari per il Pilates funzionano grazie ad un sofisticato sistema di molle, in grado di sorreggere la muscolatura e lo scheletro e indirizzare il movimento, canalizzando così le energie nel modo giusto.

Pilates con i macchinari

Pilates con i macchinari: il reformer

Abbinando l’uso dell’attrezzo con un buon trainer, si riesce ad eseguire il work out correttamente, ottimizzando fin da subito i benefici di questa attività fisica. Come anticipato, i macchinari Pilates sono diversi e ognuno di essi ha una sua peculiarità: nel nostro precedente articolo “Pilates con e senza attrezzi” abbiamo dedicato spazio a questo tema, descrivendo ogni attrezzo e le sue funzioni.

 

Il Pilates a corpo libero: i vantaggi

Il Pilates praticato a corpo libero se fatto bene, è un toccasana per diverse situazioni. Ricordiamo che questa attività agisce principalmente sulla postura, correggendola e riallineando i centri di equilibrio.

Per ottenere questo risultato si lavora molto sui muscoli, stimolandoli profondamente grazie a movimenti precisi, lenti e controllati abbinati alla respirazione. Col Pilates si modella la silhouette, allungando la muscolatura e rendendola più armonica, proporzionata e simmetrica.

Pilates a corpo libero

Pilates a corpo libero

Eseguire gli esercizi di Pilates a corpo libero costringe il corpo a un lavoro intenso, abbinato a una buona dose di concentrazione e autocontrollo. Il corpo libero, infatti, permette di lavorare in maniera più capillare e localizzata, in modo più profondo e intensivo.

Consiglio del trainer: Una volta acquisita una buona competenza con l’uso delle macchine, migliorerete le vostre performance fissando i risultati ottenuti, perfezionarli e mirando ad obiettivi ancora più ambiziosi.

Come tutti i percorsi, anche il Pilates necessita di pazienza e costanza e non è pensabile partire dalle cose più difficili senza aver prima investito tempo ed impegno a capirne i meccanismi, i movimenti e le varie fasi. A poco a poco si miglioreranno le proprie prestazioni e si potrà intensificare il lavoro, ottenendo così risultati ancora più soddisfacenti e visibili.

 

Come organizzare il lavoro tra Pilates con macchine e Pilates a corpo libero

In linea generale, io sconsiglio di usare le macchine durante la fase di approccio e di inizio di un percorso di Pilates. Sarà più semplice imparare i movimenti giusti, eseguirli precisamente e prendere coscienza e consapevolezza del proprio corpo, delle proprie potenzialità e dei propri limiti, usando una superficie solida e ferma come il matwork, eventualmente combinarlo con alcuni accessori della Cadillac oppure con la Stability Chair. Il Pilates Matwork usa due forze per aumentare la resistenza muscolare: la gravità e il peso del corpo.

Pilates a corpo libero equilibrio

Pilates a corpo libero: esercizi di forza ed equilibrio

Una volta che ci si sente sicuri e pronti, è possibile passare al Pilates Reformer, più coinvolgente a livello neurologico e più precario per quanto riguarda la concentrazione e la gestione del movimento in quanto il carrello si muove, e alcune posizioni includono una sfida sull’equilibrio.

In ogni caso è bene fare entrambi gli allenamenti, magari iniziando la seduta con qualche esercizio supportato, per riscaldarsi ed entrare in connessione col proprio corpo e la propria mente, e proseguirla più intensivamente a corpo libero.

Consiglio del trainer: Il cervello si adatta dopo 4/6 settimane, è quindi molto utile modificare spesso la tipologia di allenamento per dei risultati più completi e soddisfacenti.

L’uso dei macchinari può tornare particolarmente utile in determinate circostanze. Per esempio, in quelle giornate in cui non ci si sente particolarmente in forma (cosa che può succedere anche ai più allenati ed esperti), oppure se si è in fase di recupero dopo un periodo di stacco o di malattia, e ancora se ci si sente distratti e poco propensi alla concentrazione. Fare Pilates con le macchine consente, in queste e molte altre circostanze, di non saltare l’allenamento ma concederselo e ottenere tutti i benefici di una sessione di Pilates, senza però pretendere da se stessi uno sforzo eccessivo in quei giorni in cui non ci sente particolarmente motivati.

 

Pilates e benessere globale

In conclusione, quindi, il Pilates è una disciplina che mira al benessere psicologico e, lavorando su tutti i muscoli del corpo, all’equilibrio generale. L’ideale è organizzare i propri work out seguendo sempre le inclinazioni personali e ascoltando i messaggi che il proprio corpo manda.

Una sessione di Pilates può essere produttiva e soddisfacente sia se fatta col supporto di macchine sia se eseguita a corpo libero: l’importante è che la scelta faccia sentire a proprio agio, pronti ad affrontare il work out con grinta e forza di volontà.

 

Entra nel mondo di Pilates Italia

Entra nel mondo di PILATES ITALIA e scopri i migliori allenamenti e i migliori attrezzi. Oggi puoi anche allenarti da casa con i nostri top trainer, grazie a Pilates Anywhere che ti mette a disposizione tantissimi corsi a distanza, per allenarti come e quando vuoi.

Se hai dubbi, domande o vuoi un parere professionale, contattaci subito!
Chiamaci al numero +39 02 89451369, scrivici a info@pilatesitalia.com oppure compila il nostro form.

Nome e Cognome (richiesto)
Email (richiesta)
Telefono
Oggetto
Messaggio

Chiedo di essere contattato e acconsento al trattamento dei miei dati *

Print Friendly, PDF & Email